Santa Barbara

Anche ‘l mio padre sempre me lo diceva
di star lontano dalla miniera

ed io testardo ci sono sempre andato
finché di una mina mi ha rovinato

finché una mina di quella galleria
mi ha rovinato la vita mia

non c’è né medici nemmeno professori
che fan guarire quei giovan minatori

o santa Barbara o santa Barberina
dei minatori sei la regina.

o santa Barbara o santa Barberina
dei minatori sei la rovina

Mon père me le disait sans cesse
de ne pas m’approcher de la mine.

Et moi, tetû, j’y suis toujours allé,
jusqu’à ce qu’un explosif m’esquinte.

jusqu’à ce qu’un explosif de cette galerie,
esquinte ma propre vie.

Il n’y a pas de médecins ni de professeurs
qui guérissent ces jeunes mineurs.

Oh Sainte Barbe, oh petite sainte Barbe,
des mineurs tu es la reine.

Oh Sainte Barbe, oh petite sainte Barbe,
des mineurs tu es la ruine

Audio e video

Il tuo sostegno ci permetterà di continuare ad offrire i nostri contenuti gratuitamente e senza pubblicità. Grazie!

Canto di miniera diffuso in tutto il nord Italia; versione di Fratelli Bregoli di Pezzaze (Brescia), registrata da Bruno Pianta nel 1975.

Tra i canti del repertorio di miniera non sono rare le invocazioni (o le imprecazioni) a Santa Barbara, patrona dei minatori, oltre che dei pompieri e degli esplosivi.
Questa versione raccolta in Val Trompia, che abbiamo conosciuto grazie alla magnifica interpretazione del Nuovo Canzoniere Bresciano, appartiene al repertorio della Famiglia Bregoli. Minatori, cantanti e militanti, i fratelli Bregoli hanno raccolto, durante le loro trasferte, un immenso patrimonio di canti di tradizione orale, molti dei quali legati alla condizione di minatori, presentata di volta in volta con ironia, orgoglio e rabbia.

Share on facebook
Share on twitter
Share on email
Share on whatsapp
Share on print